Cost per Wear

Che cos’è e a cosa serve

Spesso consideriamo i marchi esterni al fast fashion inaccessibili a livello di prezzo.

La domanda è: siamo davvero sicuri che un marchio di abbigliamento di qualità sia effettivamente più caro di uno fast fashion?

Non parlo delle griffe di alta gamma come Valentino, Dior o Chanel, che sicuramente hanno dei prezzi fuori dalla portata dei più, ma ci sono tantissime realtà con una buona qualità ed un prezzo relativamente modico.

Il cost per wear è una formula che ci aiuta a vedere il costo di un capo o di un accessorio con un’ottica diversa. Infatti, serve per calcolare quanto costa a noi acquirenti un capo ogni volta che viene indossato. In sostanza, è il costo totale del capo diviso per il numero di volte che verrà indossato.

Esempio: un top che costa 45€, se lo indosseremo 30 volte, ci costerà 1,5€ a volta (CPW = 1,50€).

Mentre un top che costa 19€, lo indosseremo al massimo 10 volte perché o si rovina o ci stufiamo. Il CPW in questo caso sarà di 1,90€, quindi maggiore rispetto al precedente.

Questa non vuole essere una demonizzazione del fast fashion, ma un’occasione per riflettere e renderci conto che possiamo permetterci anche qualcosa di meglio, che ci può aiutare a risparmiare parecchio.

I capi del fast fashion, per il loro meccanismo intrinseco e per la loro qualità, spesso non sono prodotti per durare a lungo. Alla base del fast fashion c’è l’ideologia del capo usa e getta: lo compri perché è di moda o perché ti piace, lo indossi poche volte e poi te ne liberi.

Il prezzo è senza dubbio molto basso, ma considerato che li indosseremo meno volte rispetto ad altri capi di brand di qualità superiore, alla fine avranno un costo ed un impatto maggiore sia sul nostro portafogli che sull’ambiente.

Sicuramente ci sono delle eccezioni, io stessa ho un cappotto di Zara da diversi anni e che uso spesso, ma la maggior parte dei prodotti di questi marchi sono di scarsa qualità e si rovinano in fretta.

Il cost per wear è uno strumento che ci torna molto utile quando valutiamo di procedere ad un acquisto. Se puntiamo sulla qualità, avremo un guardaroba più bello e più durevole.

Sicuramente ci vuole del tempo per interiorizzare questo meccanismo, ma prima di comprare qualcosa d’impulso, fermiamoci un momento e pensiamo se riusciremo a sfruttarlo per parecchio tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *